LI FACIOLI A LA FUNKALLISTO

Io, pè omaggià ‘sti bravi musicanti,
che se sò messi a disposizzione,
me sò inventato un piatto, in pochi istanti,
ch’è proprio giusto pe’ quest’occasione.
Sò li facioli, ahò, a la Funkallisto,
un piatto così strano ‘n s’è mai visto.

Come lo stile de li sonatori,
è un mischio de moderno e staggionato,
de nostrano, d’esotico, e colori,
che pò piacè ar ruspante e ar raffinato.
Si state attenti mo e me date retta,
ve potete fà a casa ‘sta ricetta.

Ho cotto li facioli ar punto giusto,
poi ‘na crema de zenzero tritato,
cò cipolla, ojo, aceto pe’ dà gusto
e la curcuma, che ciò sporverato,
pe’ daje quer colore ch’ho già visto,
ner loco tonno de li Funkallisto.

E’ a occhio ch’ho mischiato ogni ingrediente,
per cui nun ve so dì come dosalli.
Ve confesso, però, sinceramente,
che ‘n ciò avuto er coraggio d’assaggialli.
Perciò, si nun ve piace er magnà offerto,
perdonate e godeteve er concerto.

09/09/2019
Carlo Renzi

LI FAGIOLI ALLA FUNKALLISTO
Tag:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *